Polpo al Primitivo su purè di fave e tarallo

Se chiedessi ai cittadini dei comuni vicini a cosa assoceresti Mola di Bari

Tanti ti risponderebbero il Polpo

Se chiedessi quale è il vino più diffuso nella Puglia centrale? 

Tantissimi ti risponderebbero il Primitivo

Se chiedessi quale è il piatto contadino Pugliese più famoso? 

Tutti ti risponderebbero fave e cicorie. 

E infine se chiedessi quale è quell’anello che si sgranocchia in Puglia ormai spedito in tutti i pacchi dei figli al nord? 

La risposta sarebbe unanime il tarallo

È da questi ingredienti che partiamo per creare uno dei nostri cavalli di battaglia e tributo alla nostra regione Puglia “Polpo Ubriacone su purè di fave e tarallo”. 

Legare un prodotto ittico come il Polpo con il vino Primitivo potrebbe sembrare un accostamento sbagliato. 

Però... esiste un però  

tannini contenuti nel vino Primitivo riescono ad ammorbidire il tessuto connettivo del Polpo, rendendolo più tenero. 

(l’utilizzo di tannini è ampiamente diffuso nella concia delle pelli) 

Inoltre l’acidità del vino conferisce quella nota in più che solitamente manca nei piatti di mare. 

Per finire richiamiamo la nota dolce con il purè di fave, amaro e piccante dall’olio extravergine Pugliese e la croccantezza del tarallo. 

L’equilibrio dei diversi sapori, dolce, acido, salato, amaro e piccante assieme alle diverse consistenze sono il nostro tributo alla Puglia. 

clicca qui per ricevere comodamente a casa tua la ricetta completa.  

Luigi